DaZero menù autunnale / by shane eaton

Giuseppe Boccia, Paolo De Simone e Carmine Mainenti della pizzeria DaZero raccontano il Cilento attraverso una pizza d’eccellenza con prodotti tipici della zona. Hanno invitato alcuni food blogger e giornalisti importanti (PizzaPicMi, Cornicione.it, Cannella e ConfettiScatti di Gusto, On Closer ViewSoup Opera, L'escalope Milanaise, La Luna sul Cucchiaio, The Other D) per la presentazione del “menù di stagione” DaZero e un incontro con i produttori del Cilento.

C’era un laboratorio dedicato a due formaggi tipici, la mozzarella nella mortella e il caciocavallo. La muzzarella co’ a mortedda che si usa su diverse pizze al DaZero è una mozzarella del Monte Gelbison. Gli allevatori, per conservarla lungo il trasporto a valle, avvolgevano la mozzarella in fasci di mirto di cui legavano le estremità con rami di ginestre creando così un fascio.  Martina Di Bartolomeno del caseificio Le Starze di Vallo della Lucania ci ha raccontato la storia e le caratteristiche del prodotto, mentre il maestro casaro Adolfo Valiante ci ha mostrato le tecniche di lavorazione della pasta per darle la tipica forma a "lingua di mucca".

Adolfo, titolare e maestro casaro dell'azienda Cicco di Buono, ci ha preparato anche il caciocavallo, fatto con latte di mucche che pascolano sulle colline del golfo di Palinuro. Il formaggio, una volta lavorato, è appeso all’estremità superiore di un bastone orizzontale e lasciato stagionare il tempo necessario prima di essere consumato. È un formaggio a pasta filata ottenuto dal latte crudo cagliato dopo poco tempo dalla mungitura.

Il caciocavallo e la mozzarella nella mortella si trovano sulla mia pizza preferita del nuovo menù, la Fior di Formaggi (mozzarella nella mortella del caseificio Le Starze di Vallo della Lucania, provola affumicata di Agerola caseificio Zì Monaco, toma morbida e blu di pecora della società agricola Carmasciando di Guardia Lombardi, caciocavallo dell'azienda agricola Cicco di Buono di Centola, cacioricotta di capra Cilentana presidio Slow Food). DaZero ha creato la pizza ai quattro formaggi migliore del pianeta con quattro formaggi squisiti che si sposano benissimo insieme. Potendo, merita anche il bis questo capolavoro!

Voto 10/10

 Foto Masiar Pasquali

Foto Masiar Pasquali

 

 

Raffaello Palladino del Piccolo Salumificio artigianale G.Ioi ci ha raccontato della soppressata di Gioi, un salume presidio Slow Food che prende il nome dal paese dove da secoli si produce secondo una ricetta tradizionale. La soppressata di Gioi è l’unico salume lardellato della Campania. Il salume è squisito, e si trova sulla pizza divina La Soppressata (fior di latte Agerola Caseificio Zì Monaco, ricotta di bufala di caseificio Polito di Agropoli, soppressata del piccolo salumificio artigianale di G.Ioi). Questa è una pizza fatta con i salumi e formaggi migliori del sud, che sono sempre in perfetta armonia grazie agli artisti di DaZero. Questa pizza mi ha convinto che devo fare un salto in Cilento il prima possibile!  L'impasto e la cottura erano impeccabili. Complimenti anche al pizzaiolo Raffaele Russo!

Voto 9.5/10

 Foto Vincenzo Ricchiuti

Foto Vincenzo Ricchiuti

20170926_192927-01.jpeg

 

Un'altra pizza eccezionale del nuovo menù si chiama Orto d'Inverno (mozzarella nella mortella “Le Starze”, foglie e patate, salsiccia piccante del piccolo salumificio artigianale di Gioi). Questa pizza ha un profumo e un sapore incredibile grazie alle foglie e patate, un piatto tipico cilentano di antiche origini che, pur essendo povera, è molto gustosa. L'aggiunta della mozzarella nella mortella e la salsiccia piccante G.Ioi rendono questa pizza una meraviglia da mangiare.

Voto 9.25/10

 Foto Masiar Pasquali

Foto Masiar Pasquali


 

Dalla Padella alla Brace: fiordilatte di Agerola caseificio Zì Monaco, caciocavallo Cicco di Buono di Centola, crocchè cilentano con provola affumicata Zì Monaco, soppressata del piccolo salumificio artigianale di G.Ioi. Ho già provato i fantastici crocchè di DaZero ma per i miei gusti, cambiano troppo l'identità di una pizza. Non mi fraintendete, questa pizza è buona - era anche la preferita delle bloggers L'escalope milanaise e Luckygirlinmilan

Voto 8/10

 Foto Vincenzo Ricchiuti

Foto Vincenzo Ricchiuti

 

Margherita: pomodori San Marzano "Gusta Rosso", fior di latte di Agerola caseificio "Zi Monaco" e basilico. Chiaramente la Margherita è sempre stata in lista da DaZero, ma non potevo non mettere questa foto. Grazie a Raffaele per la foto stupenda a pochi centimetri del fuoco!

Voto 9.5/10

 Foto Raffaele Russo

Foto Raffaele Russo

 

Produttori e Staff

 Martina Di Bartolomeno del Caseificio Le Starze di Vallo della Lucania, Vincenzo Ricchiuti (foto Masiar Pasquali)

Martina Di Bartolomeno del Caseificio Le Starze di Vallo della Lucania, Vincenzo Ricchiuti (foto Masiar Pasquali)

 Adolfo Valiante (foto Masiar Pasquali)

Adolfo Valiante (foto Masiar Pasquali)

 Francesco Cappuccio, Vincenzo Ricchiuti, Giuseppe Boccia (foto Foto Masiar Pasquali)

Francesco Cappuccio, Vincenzo Ricchiuti, Giuseppe Boccia (foto Foto Masiar Pasquali)

 Simona(Foto Masiar Pasquali)

Simona(Foto Masiar Pasquali)

 Raffaele Russo (Foto Masiar Pasquali)

Raffaele Russo (Foto Masiar Pasquali)

 

Blogger e Giornalisti

 Foto Masiar Pasquali

Foto Masiar Pasquali

 Margherita Daverio (Cannella e Confetti), Matteo Collotti (Cornicione.it), Emanuele Bonati (Scatti di Gusto), Foto Masiar Pasquali

Margherita Daverio (Cannella e Confetti), Matteo Collotti (Cornicione.it), Emanuele Bonati (Scatti di Gusto), Foto Masiar Pasquali

 Foto Masiar Pasquali

Foto Masiar Pasquali

 Debora(Foto Masiar Pasquali)

Debora(Foto Masiar Pasquali)

 (Foto Masiar Pasquali)

(Foto Masiar Pasquali)

22119679_10155820501128331_1405737585_o.jpg
 Debora!

Debora!

 Johnny Depp

Johnny Depp