100 Whisky Night / by shane eaton

Grazie a una collaborazione fra Harp Pub Guinness della famiglia Corbetta e i ragazzi Jacopo e Giacomo di WhiskyFacile, i 100 whisky della bottigliera dell’Harp Pub si sono trasferiti al piano di sotto, per una serata magica, 100 Whisky Night. C'erano dei whisky scozzesi, irlandesi, americani, giapponesi e anche canadesi :).  Per i non poveri, c'erano anche dei whisky rarissimi imbottigliati quarant'anni fa. Gli assaggi "dram" costavano dai 3 ai 7€, un ottimo rapporto fra qualità e prezzo.

Angelo Corbetta, padrone del Pub, mi ha spiegato che l'idea di 100 Whisky Night è una degustazione di whisky fatta in un modo diverso - voleva fare una festa per questo distillato importante.  Il bello dell'evento secondo Angelo è il rapporto diretto con i ragazzi di WhiskyFacile che spiegavano bene i vari whisky. Angelo diceva che era carino stare vicino alle bottiglie, che normalmente non succede in un locale. Invece alla 100 Whisky Night, i partecipanti potevano toccare le bottiglie, sentire i profumi e fare tante domande a Jacopo e Giacomo. Angelo si aspettava una ventina di persone all'evento ma grazie alle pubblicità sul blog WhiskyFacile e il sito ViviMilano sono venute più di 80 partecipanti, tra cui tanti giovani e una valanga di ragazze. Si vede che il whisky sta diventando un liquore molto ricercato in Italia

Il mio whisky preferito della serata? Ho bevuto solo il Bowmore Darkest, ma era ottimo. Il whisky era invecchiato in botti di bourbon e sherry che dava un colore molto scuro al single malt scotch con un gusto molto complesso. Spero di partecipare alla prossima 100 Whisky night per provare le tante altre bottiglie di whisky del Pub.

Fotografo: Toney Teddy Fernandez

 Scotch whisky

Scotch whisky

Giacomo e i primi assaggiatori

Quello!

Beatrice, Camilla e Francesca 

Sarà ottimo

Silvia e Silvia

Signor Angelo

Terry

Jacopo e Ricky 

 

Gallery